fido conto corrente

Fido Conto Corrente: per chi è “in rosso”

Fido Conto CorrenteFido Conto Corrente: per chi è “in rosso”

Grazie al Fido Conto Corrente una possibile e spiacevole situazione di conto in rosso può essere più facilmente superata. Basta stabilire in anticipo un accordo con la nostra Banca.

Un aiuto a volte molto utile

Affidarsi al Fido Conto Corrente non è da augurare a nessuno poiché significherebbe che il cliente di banca si trova di fronte al proprio conto in rosso. Ci riferiamo, quindi, alla più spiacevole situazione in cui, non avendo più soldi su conto corrente, inizieremmo a vederci rifiutati tutti i pagamenti anche per mezzi di carta bancomat o carta di credito. Il Fido in Conto, però, è l’aiuto che una Banca può metterci a disposizione perché consiste in una forma di finanziamento che ci permette di disporre di maggiori soldi di quanti noi non ne abbiamo accumulati sul nostro conto.

Caratteristiche del Fido nel contratto

Il Fido Conto Corrente è un’opzione che ogni cliente deve discutere con la propria Banca in sede contrattuale, ossia al momento dell’apertura del proprio conto corrente. Naturalmente l’Istituto chiede in cambio un corrispettivo rappresentato, ad esempio, da interessi passivi.
Inoltre il Fido in Conto è legato a condizioni e caratteristiche da conoscere bene prima della sua discussione:

  • Le garanzie: come ogni prestito, il cliente deve dimostrare di poter restituire i soldi ricevuti tramite il Fido.
  •  Entità e durata del fido devono essere discusse in anticipo al momento della stipula del contratto
  •  La Banca si riserva la decisione di concedere o no il Fido in conto corrente.Consigli
    Il Fido conto corrente è senza dubbio un valido aiuto per fronteggiare possibili spiacevoli situazioni d’improvvisa indisponibilità. Bisogna però sapere che tale “strumento” deve essere impiegato con cautela poiché ogni Banca, oltre a valutare inizialmente se il cliente presenta le “dovute garanzie”, può anche decidere di cancellare il Fido nei suoi confronti nel caso in cui questo ecceda con situazioni di insolvibilità.
Ti può interessare anche:  Tassazione Conti Correnti

Per avere più informazioni sul “rosso” in conto leggi anche circa l’Insolvenza.


1 commento su “Fido Conto Corrente: per chi è “in rosso””

  1. Ma se il mio Bancomat è collegato ad un conto corrente che dispone di un fido di 5000 euro e io spendo 200 euro, avendo 0 euro sul mio c/c, il Pos rifiuta il pagamento? Oppure, considerando che ho il fido mi consente di andare sotto lo “0”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *