assegno con delega

Incassare Assegno: la procedura corretta e come fare con la delega

Quando incassare un assegno personalmente diventa un problema, possiamo approfittare dell’istituto della delega con cui incarichiamo qualcun altro che ci sostituirà. Bisogna, però, rispettare alcune regole. Vediamole insieme.

Incasso Assegno: come fare

Per incassare un assegno possiamo seguire le abituali regole specificate dalle Banche, ma anche beneficiare dell’istituto della Delega che ci permette di “delegare” una persona differente da noi per incassare un assegno proprio a noi intestato. Si tratta di un’utilissima possibilità messa a disposizione degli Istituti Bancari grazie alla quale possiamo liberarci dall’obbligo di recarci in filiale per versare l’assegno e incassare i contanti o girarli sul nostro conto corrente. Una valida alternativa per incassare un assegno: vediamola meglio.

Cambiare un assegno con Delega

Prima di incassare un assegno a mezzo dell’istituto della Delega, è importante recarsi in filiale per discutere con un incaricato di tale possibilità. Sebbene si tratti di una pratica prevista da tutte le Banche, è bene specificare come ognuna può prevedere differenti modalità di richiesta.

Certamente sarà obbligatorio recarsi in filiale con:

  • I dati anagrafici di noi intestatari del conto corrente
  • I dati relativi al nostro conto corrente
  • I dati anagrafici della persona a favore della quale vogliamo effettuare la Delega

Ogni banca ha dei moduli specifici da compilare si cui sarà doveroso apporre la nostra firma e, in alcuni casi specificati da ogni singola Banca, anche la firma della persona delegata.

Un consiglio: scegliete una persona a voi vicina, come ad esempio un parente o un dipendente.

Il cambio dell’assegno presso lo sportello

Vediamo, quindi, come potremo incassare l’assegno tramite la delega presso un qualsiasi sportello della nostra Banca.

Ti può interessare anche:  Interessi Conto Corrente: quasi nulli

Per quanto riguarda la compilazione dell’assegno: specifichiamo l’importanza dei dati riguardanti il beneficiario, che rimaniamo sempre e comunque noi titolari del conto corrente.

Gli assegni bancari sono “titoli di credito” che attribuiscono, in questo caso, il diritto a noi beneficiari di incassare una somma di denaro “per mezzo” della persona delegata.

Il delegato deve recarsi presso uno sportello del nostro istituto dove è stata depositata la “delega” e dove sarà possibile cambiare l’assegno in contanti o versarli sul conto corrente.

Attenzione ai tempi limite per incassare un assegno: 8 giorni sono il termine massimo se eseguiamo l’incasso nel medesimo Comune in cui ci è stato emesso, 15 giorni se lo incassiamo in un Comune differente. Oltre questi termini l’assegno può essere “revocato” da chi l’ha emesso.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *