Anac: cos’è? A cosa serve Autorità Nazionale Anti-Corruzione?

La corruzione nella Pubblica Amministrazione è sempre stata un fenomeno molto diffuso, infatti, coinvolge i vertici amministrativi, i dirigenti ed anche i singoli funzionari. Quest’ultimi, in genere, sono anche disposti ad accettare denaro o alcuni favoritismi di qualsiasi genere in cambio di favori. Lo Stato, a questo proposito, mette in atto delle azioni per combattere la corruzione nella Pubblica Amministrazione. Naturalmente, questo è un vero e proprio reato, il quale può essere perseguito penalmente, anche se tale sanzione non è abbastanza sufficiente per scoraggiare chi viola le regole. In Italia, in particolar modo, lo Stato si assicura di prevenire la corruzione ancor prima che si verifichi, e lo fa attraverso quello che è l’A.N.A.C, ovvero l’Autorità Nazionale Anti-Corruzione. Questo provvedimento cerca di rendere la corruzione molto più difficile e ostile ai corruttori, ed in più questa attività molte volte non protegge soltanto le Pubbliche Amministrazioni, ma anche i loro dipendenti e le imprese.

Cos’è l’ANAC?

Naturalmente, prima di spiegare in cosa consiste l’attività dell’ANAC, è giusto capire proprio che cos’è. Questa Autorità Nazionale Anticorruzione è semplicemente un ente pubblico che presenta delle funzioni amministrative, come quelle regolatorie, sanzionatorie ed ispettive. Tale ente si dedica al settore della prevenzione della corruzione, in particolar modo nelle Pubbliche Amministrazioni, anche se molte volte, come già specificato in precedenza, si distacca da quest’ultime per dedicare la prevenzione anche ad altri enti. L’ANAC può essere considerata anche come un’Autorità Amministrativa totalmente indipendente, rispetto a quelli che sono i poteri dello Stato, il Governo, il Parlamento oppure la magistratura. Per tale ragione, questo ente agisce in maniera neutrale ed imparziale, combattendo la corruzione con gli giusti provvedimenti. In passato, queste attività erano attuate dall’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici e dalla Civit, ovvero la Commissione per la valutazione la trasparenza e l’integrità delle amministrazioni pubbliche. L’ANAC è stata istituita per generare un’attività di contrasto della corruzione ancora più forte, che si basa su più piani. Ovvero: l’organizzazione della pubblica amministrazione, i contratti pubblici e una certa trasparenza amministrativa.

Ti può interessare anche:  Detrazione per l'acquisto del materasso, ecco quando è possibile

Poteri dell’ANAC

All’ANAC è stato dato in affidamento il compito più importante, ovvero quello di creare un contesto difficile e sfavorevole per la corruzione, migliorando, allo stesso tempo, l’attività di ricerca per scoprire i casi più nascosti. Questa autorità deve analizzare i fattori e le cause che possono favorire i favoritismi, nonché lo stesso decadimento sociale, politico e soprattutto etico. Allo stesso tempo, ANAC deve essere abbastanza efficiente e veloce non solo per prevenire e contrastare la corruzione ma anche per punirla. A questo punto rientra quella che è la predisposizione del Piano Nazionale anticorruzione, ovvero un documento che contiene le informazioni basilari per attuare tutte le norme previste dalla legge anticorruzione. Questo documento servirà in particolar modo alle Pubbliche Amministrazioni.

Naturalmente, è giusto specificare che ANAC non serve soltanto a fornire indicazioni a tali enti, ma anche a vigilare e controllare in maniera costante l’applicazione della legge e l’enorme al suo interno, le quali sono riscritte e ristabilite ogni anno. Il potere dell’ANAC, dunque, si basa principalmente sul: richiedere la trasmissione di notizie e informazioni, per poi mandarle alle Pubbliche Amministrazioni; ordinare di attuare i piani anticorruzione previsti dalla legge; comandare la rimozione di comportamenti considerati devianti e corruttivi. Quest’ente, dunque, avrà il compito di vigilare qualsiasi azione sospetta nelle Pubbliche Amministrazionie, in particolare modo tra i suoi dipendenti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *