azioni apple

Azioni Apple: Conviene Investire – Guida all’Acquisto, Previsioni e Consigli

Come acquistare le azioni Apple? Come investire parte del proprio patrimonio nell’azienda che ha rivoluzionato il mondo dei computer e della telefonia nell’ultimo decennio? E’ possibile acquistare azioni Apple dall’Italia? Ovviamente si. In questo articolo andremo a vedere tutto ciò che è necessario sapere per acquistare e mantenere le azioni Apple in maniera corretta ed efficace.

Le Azioni Apple

Oltre all’analisi delle azioni della Apple vedremo quali sono le previsioni per il futuro dell’azienda di Cupertino, qual è l’andamento e, in generale, se conviene credere nell’azienda che da decenni sta rivoluzionando il nostro modo di utilizzare i dispoisitivi elettronici e telefonici.

Comprare azioni Apple al NYSE

La Apple è quotata al NASDAQ, ovvero in una delle principali borse valori di New York. Se si desidera acquistare azioni Apple si stanno acquistando azioni di diritto statunitense e dovranno necessariamente essere acquistate sul mercato americano.

Non ci sono quotazioni, almeno nel momento in cui vi scriviamo (e pensiamo anche per il futuro più prossimo), di Apple in una qualunque delle borse europee. Non è un grosso problema, dato che ormai quasi tutti i conti titoli che si possono aprire in Italia offrono la possibilità di operare sul Nasdaq.

La via più semplice: acquistare azioni Apple con conto titoli

La via principale per acquistare azioni Apple (AAPL secondo le sigle Nasdaq) è quella di ottenerle per tramite di un conto deposito titoli presso una qualunque delle banche italiane.

Anche la vostra banca dovrebbe essere in grado di offrire la possibilità di operare sul Nasdaq senza troppi problemi. Nel caso in cui questo non fosse possibile, non ci resterà che rivolgerci ad uno dei tantissimi operatori che permettono, in assoluta autonomia, di investire sul Nasdaq e dunque di acquistare anche azioni Apple AAPL.

Tra quelli che operano da più tempo e con maggior successo in Italia troviamo:

Fineco: la sua piattaforma titoli permette sin dagli esordi di operare su NYSE e Nasdaq, e quindi anche di acquistare le azioni Apple;
Directa: una delle piattaforme di trading online più utilizzate in Italia, soprattutto per i mercati esteri. Recentemente ha posto limitazioni sull’acquisto di titoli Over The Counter negli USA, dati i costi sempre crescenti di clearance e di ordine; questo però non interessa in alcun modo chi avesse interesse ad operare sul mercato delle azioni americane e dunque con le azioni Apple.

Comprare azioni Apple in modo indiretto

Trattandosi di un’azienda popolare non soltanto tra gli appassionati di tecnologia ma anche tra gli investitori, Apple è oggetto di negoziazioni anche indirette, dove le azioni fanno da sottostante per contratti derivati.

Si possono dunque anche acquistare opzioni, futures e altri tipi di contratti che abbiano come sottostante proprio le azioni dell’azienda di Cupertino fondata da Steve Jobs. La piattaforma che offre la maggiore semplicità di investimento (e anche i costi più bassi) è sicuramente eToro (di cui abbiamo parlato in una guida separata). Qui, vantaggio per chi ha capitali estremamente esigui da investire, si può anche operare in leva finanziaria, ovvero coprendo soltanto quelli che sono le perdite marginali dell’acquisto del titolo, riuscendo ad investire in questa modalità somme di molto superiori a quelle che abbiamo effettivamente a disposizione.

Ti può interessare anche:  Smartphone in classe: la Ministra Fedeli dice di sì

Qui però è sicuramente il caso di fare delle considerazioni sulla leva finanziaria: per loro stessa natura le azioni, anche se di un’azienda molto solida come Apple, sono molto volatili e la leva finanziaria moltiplica questa volatilità. Quello che potrebbe essere un investimento naturalmente a basso rischio può trasformarsi invece in speculazione pura, dove alla possibilità di guadagni molto elevati si contrappone, specularmente, la possibilità di perdite altrettanto consistenti.

Investire in azioni Apple: cosa c’è da sapere

Prima di affidare parte del nostro capitale all’azienda di Cupertino, è necessario conoscerne i fondamentali, dato che l’andamento delle azioni e dunque i nostri guadagni saranno direttamente proporzionali ad alcuni fattori che interessano in modo univoco Apple:

I profitti dell’azienda sono legati in larghissima parte agli smartphone: se iPhone va bene, va bene anche l’azienda, dato che più della metà degli introiti dell’azienda provengono proprio da questo settore;
Il settore computing è diventato relativamente irrilevante: è responsabile di meno del 15% del business dell’azienda ed è un settore relativamente morente; nessuno si aspetta molto da questa sezione ed è quella che modifica l’andamento di Apple nel modo più leggero;
In America, e dunque anche per Apple, sono fondamentali i dati trimestrali sui ricavi e sui profitti: in seguito alla pubblicazione di questi dati le azioni si muovono molto rapidamente verso l’alto o verso il basso; questo vuol dire che dovremo necessariamente seguire e valutare non solo i risultati, ma anche quelle che sono le previsioni degli esperti; il titolo guadagna valore se si superano le previsioni degli operatori di mercato e non solo se dovesse effettivamente chiudere in positivo;
Apple sta affrontando un periodo particolarmente delicato della sua storia: detiene enormi capitali all’estero che non riesce a riportare in patria. È in attesa di una sorta di condono, che permetta di far rientrare la liquidità dall’estero non pagando le cospicue tasse sulle importazioni di capitali.

Cosa sapere prima di investire sul Nasdaq

Inoltre l’investitore accorto, prima di acquistare azioni Apple, dovrà necessariamente tenere conto delle particolarità del mercato statunitense, soprattutto in relazione al fatto che si trova in Europa:

 

  • non è dovuta la Tobin Tax sulla compravendita di azioni
  • è dovuta invece l’imposta del 26% sul capital gain
  • la borsa di New York opera dalle 15:30 alle 22:00, ora italiana; gli scambi avvengono esclusivamente durante questo arco temporale, a meno che non si voglia investire nell’afterhour, che però è caratterizzato, almeno per gli scambi del settore tecnologico, da un livello di compravendita molto basso
  • l’investimento è in dollari: questo vuol dire che oltre che a investire su Apple staremo investendo sul valore della divisa nazionale statunitense; per il momento tutto lascia pensare che sotto la presidenza Trump il dollaro si apprezzerà, in quanto sono previsti anche aumenti del tasso di interesse; si tratta comunque di valutazioni che vanno fatte per bene prima di investire in qualunque valuta che non sia l’euro, anche nel caso in cui si tratti di una valuta tipicamente forte come l’USD

Prima di acquistare la azioni Apple: occhio alle commissioni

Nel caso in cui non fosse vostra intenzione mantenere i titoli Apple per lunghi periodi, sarà altresì necessario tenere conto delle commissioni di compravendita che vengono offerte dalla piattaforma nostra di riferimento. Si tratta di costi importanti, che se dovessero essere troppo alti (più di 3€ ad acquisto) dovrebbero necessariamente indirizzarci verso altre piattaforme di investimento.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *