Azioni Leonardo Finmeccanica: cosa fare? Analisi, quotazioni e consigli per investire

Chi opera nella Borsa di Milano potrebbe essere tentato di investire sulle azioni di Leonardo, una delle imprese nostrane più autorevoli nel settore della produzione aereo-spaziale e della difesa. Si tratta di una delle aziende che accumula più profitti non solo in Italia, ma anche al di fuori dei confini nazionali, grazie alle sue produzioni di qualità ben apprezzate in tutti i continenti. Ne sono un esempio gli elicotteri prodotti da AgustaWestland, una delle società facenti parte del gruppo Leonardo. É proprio facendo leva sull’ottima reputazione di tali prodotti e sull’innovazione tecnologica sviluppata nel tempo, che questa azienda italiana ha registrato nell’ultimo quinquennio un fatturato rimarchevole, conquistandosi la fiducia di numerosi investitori chiave e imponendosi passo dopo passo nei principali mercati internazionali. Prendendo in considerazione questi elementi, è comprensibile che diversi potenziali azionisti siano interessati ai titoli di Leonardo, quotati presso il FTSE MIB. Chi intende operare su queste azioni deve tenere a mente che il nome dell’azienda non è più Finmeccanica, in seguito al cambio di denominazione ufficiale in vigore a partire dal 1 gennaio 2017, successivo ad una fusione avvenuta nell’aprile del 2016.

L’andamento storico del titolo Leonardo

Osservando i grafici che mostrano l’analisi storica del suo valore azionario, si comprende che anche un’azienda solida come Leonardo è stata investita dalle ripercussioni della pesante crisi finanziaria innescata dal tracollo di Lehman Brothers sul finire del 2007. Le quotazioni azionarie dell’impresa allora denominata ancora Finmeccanica avevano infatti toccato un massimo di 23 euro per titolo proprio nella prima metà di quel fatidico anno, per poi subire un brusco quanto veloce ridimensionamento che ha fatto scendere il valore addirittura al di sotto della soglia dei 10 euro a azione. La tendenza al ribasso non era però terminata, in quanto nella seconda parte del 2011 le quotazioni di Finmeccanica precipitavano verso valori inferiori ai 3 euro. Con l’avvento della graduale ripresa economica dei mercati finanziari, anche il titolo si è progressivamente ripreso, registrando una crescita lenta ma costante che ha posizionato le quotazioni intorno ai 13 euro nel 2015. L’anno successivo, il valore di un azione di Leonardo, all’indomani momento dell’avvenuta fusione, ha raggiunto quota 11 euro, cavalcando un costante trend positivo che ha portato il titolo a sfiorare i 16 euro sul finire del mese di settembre 2017. La tendenza si è tuttavia fermata bruscamente nel mese di novembre, quando le azioni hanno subito un prepotente tonfo crollando in pochi giorni a quota 10 euro, subito dopo la la comunicazione dell’azienda di modificare gli obiettivi del fatturato, sceso di mezzo miliardo di euro. Dalla prima metà di novembre fino a dicembre 2017 il titolo non ha subito sostanziali variazioni, assestandosi sulla quota costante di 10 euro.

Ti può interessare anche:  Auto a noleggio per privati

I consigli degli analisti e le possibilità di guadagno con il titolo Leonardo

Esistono diverse possibilità per ricavare degli eventuali profitti con il titolo di Leonardo ex-Finmeccanica. La modalità tradizionale consiste nella compravendita di azioni, che come si è detto vengono quotate alla Borsa di Milano. Dopo lo scivolone fatto registrare nella prima metà di novembre 2017, le prospettive di rialzo per le azioni Leonardo sembrano essere più concrete, sebbene sia difficile dare delle proiezioni affidabili in questo momento. Un elemento interessante da considerare è il recente giudizio del colosso di Goldman Sachs, che ha spostato il rating relativo all’azienda da “hold” a “buy”. Relativamente agli ordini e agli investimenti più recenti, si registra un’intensa attività di Leonardo nel futuro prossimo: nei mesi del 2018, Leonardo sarà impegnata nella produzione e consegna di mezzi per l’elicotteristica, si focalizzerà su un programma di installazione nel settore della difesa navale in Australia e si occuperà di ulteriori progetti industriali su diversi fronti. Alla luce di questo scenario, gli analisti consigliano di monitorare con costanza il titolo, in quanto potrebbe mostrare dei segni di rialzo nel 2018.

Indipendentemente dall’andamento verso l’alto o verso il basso delle quotazioni del titolo, gli appassionati del trading online potranno ottenere dei profitti effettuando ordini sui titoli di Leonardo. In questo caso, si potrà operare su due fronti: il trading con i CFD o con le opzioni binarie.

Azioni Finmeccacnica

Con il primo strumento, si potranno acquistare o vendere delle azioni Finmeccanica per aprire delle posizioni corte o lunghe sul mercato, ottenendo così dei guadagni in base alla variazione del valore azionario. I Contract For Difference, associati alle potenzialità della leva, potranno rivelarsi un’ottima opportunità di guadagno, soprattutto in presenza di volatilità del titolo.

Effettuare operazioni con le azioni Finmeccanica risulta ancora più semplice: con la funzione base (ossia quella “alto / basso”) si dovrà solamente ipotizzare la direzione dell’andamento delle quotazioni azionarie di Leonardo entro una scadenza predefinita, per potersi aggiudicare la percentuale di guadagno associata all’ordine. Sia con quest’ultimo strumento che con il trading con i CFD, tutti gli ordini potranno essere gestiti comodamente da casa con l’ausilio di un computer collegato ad internet, una carta di credito ed un deposito iniziale, anche minimo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *