Bonus Bebè 2021: Come Fare Domanda e Come Funziona il Pagamento

Il Bonus Bebè 2021, chiamato anche assegno di natalità, è un vero e proprio assegno mensile che viene corrisposto a tutte quelle famiglie che sono composte da figli sotto il primo anno d’età nati, presi in affido pre-adottivo o adottati. Per poter richiedere l’agevolazione è necessario presentare la domanda almeno entro novanta giorni dalla nascita del bimbo.

I requisiti fondamentali che ogni singolo genitore dovrà vantare per poter richiedere il Bonus Bebè 2021 sono: cittadinanza italiana, residenza nel Bel Paese, convivenza con il figlio per cui si procede alla richiesta del bonus.

Come fare la domanda per il Bonus Bebè 2021


La somma minima di denaro che verrà garantita è pari a 960 euro all’anno che corrispondono a circa ottanta euro al mese. L’importo tenderà ad aumentare in quei casi in cui la famiglia abbia un ISEE più basso. Questo sta a significare che per avere il giusto importo in linea con la propria fascia di riferimento ISEE occorre dimostrare di avere l’indicatore della situazione economica equivalente in corso di validità oppure un DSU.

Se non dovesse dimostrarsi possibile individuare la fascia reddituale corretta per via di incompletezza o mancanze nella documentazione, la prestazione verrà erogata soltanto con riferimento alla soglia minima.

La domanda per il Bonus Bebè 2021 potrà venire presentata tramite: il sito ufficiale dell’INPS, chiedendo l’aiuto di un call center disponibile per rete mobile al numero 06 164 164 oppure sfruttando il supporto di un intermediario dell’INPS o di un ente di patronato.

Come avviene l’erogazione del Bonus Bebè 2021

Il Bonus Bebè 2021 viene erogato direttamente dal momento in cui il bambino inizia a far parte della famiglia. Se si dovesse verificare il decesso del genitore che ha richiesto l’agevolazione oppure la perdita della podestà, la somma spetterà di diritto all’altro genitore che sarà tenuto tuttavia a compiere una nuova domanda.

Ti può interessare anche:  Previdenza complementare: tutte le soluzioni

Per ottenere il bonus occorre fare richiesta entro 90 giorni dalla nascita del bebè ma se il termine prefissato non venisse rispettato si potrebbe presentare l’istanza ugualmente anche se si andrebbe a perdere le mensilità precedenti. La scadenza effettiva per fare la domanda è fissata comunque al compimento dell’undicesimo mese del bimbo.

Per quanto riguarda invece il discorso relativo agli importi per il Bonus Bebè 2021 occorre precisare che le somme di denaro spettanti tendono a cambiare in relazione al singolo nucleo familiare e al loro ISEE.

In linea di massima le fasce reddituali che vengono seguite dall’INPS sono le seguenti: in caso di ISEE inferiore a 7.000 euro all’annuo, l’assegno sarà pari a 1.920 euro annui mentre per un ISEE maggiore a 7.000 ma compreso entro i 40.000 euro il bonus sarà di 1.440 euro all’anno. Per le famiglie con un ISEE maggiore di 40.000 all’anno invece l’importo spettante sarà pari a 960 euro all’anno.

Il pagamento del Bonus Bebè 2021 verrà effettuato in modo diretto al richiedente attraverso un bonifico, un accredito sul libretto postale o sulla carta prepagata, un accredito su conto corrente postale o bancario ed infine su di un conto corrente estero, nel caso in cui vivesse fuori dall’Italia. Il mezzo di pagamento selezionato dovrà obbligatoriamente essere intestato dal genitore richiedente. Lo stesso vale nei quei casi in cui la domanda è stata posta da un legale rappresentante dell’incapace di agire oppure da un genitore minore, in quanto lo strumento di erogazione dovrà essere intestato ugualmente al genitore interessato ad ottenere la somma di denaro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *