investire 10000 euro

Come investire 10.000 euro: consigli e suggerimenti per investire diecimila euro

Quello in cui viviamo è senza dubbio un periodo di grande incertezza dal punto di vista finanziario (e non solo). Al giorno d’oggi, anche chi dispone di piccole cifre da investire può affidarsi ad un consulente finanziario indipendente, per ottenere tutte le informazioni utili per mettere la sicuro (o almeno provarci) i propri risparmi.
Quando parliamo di piccole cifre di denaro ci riferiamo a valori che partono da 5.000 euro fino ad arrivare a 20.000 euro. In questo testo vorremmo parlarvi proprio dei piccoli investitori, ossia di coloro che possiedono o hanno intenzione di investire un capitale che si aggira sui 10.000 euro e del modo in cui è opportuno muoversi nel mondo finanziario.

Come iniziare ad investire: tecniche e consigli

Se sei alla tua prima esperienza nel mondo della finanza e degli investimenti di capitali, è opportuno cominciare con piccole cifre, in modo tale da non rischiare tutta la somma di denaro che a tua disposizione per questo tipo di attività. Per questo motivo se il capitale da investire si aggira sui 10.000 euro, è consigliabile non impiegare l’intera somma, ma la sua metà (5.000 euro) o anche meno (3.000 euro).
In questo modo, si comincia a fare esperienza nel mondo della finanza senza però rischiare tutti i risparmi e solo quando si sarà raggiunto un buon livello di competenza, si potrà procedere ad investire la restante parte. Tuttavia, questo consiglio è rivolto anche alle persone più esperte che hanno già familiarità con il mondo della finanza. Questo perché, come sicuramente saprete, il mercato è imprevedibile e l’esperienze passate non devono mai farvi commettere l’errore di credere che un’investimento che si è rivelato redditizio 10 (o più) anni fà, sarà remunerativo anche oggi.
Il mercato va analizzato di volta in volta, di periodo in periodo senza mai tralasciare tutte le variabili che lo influenzano (guerre, situazioni politiche dei vari paesi, accordi internazionali e così via).

Strategie per investire 10.000 euro

Quando si hanno a disposizioni cifre relativamente basse la cosa più importante da capire, se si ha intenzione di ottenere un rendimento significativo, è se si ha la possibilità di bloccare il capitale in questione per lunghi periodi di tempo. Quando la cifra da investire si aggira sui 10.000 euro il modo migliore per riuscire ad ottenere dei guadagni è optare per investimenti a lungo termine, in modo tale da ridurre i rischi legati alla volatilità del mercato, avendo così il tempo di recuperare in caso di eventuali andamenti negativi. Per questo motivo, è importante riflettere per capire se tenere bloccato il capitale per periodi lunghi sia effettivamente la soluzione migliore per voi.

Una corrente di pensiero spiega che il modo migliore per ridurre i rischi nel mondo della finanza (tecnica utilizzata anche da chi impiega grosse cifre di denaro) consiste nel diversificare l’investimento. Di cosa si tratta? La diversificazione dell’investimento consiste nel dividere il capitale in modo da impegarlo in più campi (obbligazioni, titoli di stato, metalli preziosi e così via). Tuttavia, molti luminari della finanza, sanno che dividere una cifra piccola come quella di cui ci stiamo occupando, è il modo migliore per non guadagnare nulla o poco.
In questo caso quindi è necessario affidarsi all’istinto e provare a capire quale credi possa essere la strada migliore da seguire per ottenere un rendimento dai tuoi risparmi: diversificare o impegnare tutto il capitale in un unico investimento?

Ti può interessare anche:  Come registrare un marchio o un logo presso la camera di commercio

Come comportarsi una volta investiti 10.000 euro

Se hai deciso di impegnare il tuo capitale in diversi titoli e obbligazioni, è necessario bilanciare l’investimento nel corso degli anni, affidandoti all’esperienza di un consulente finanziario, in modo tale da adattarlo alle variabili economico-politiche, che da sempre influenzano il mercato dei capitali. Altro elemento fondamentale, e da non trascurare mai, consiste nello scegliere investimenti con bassi costi di gestione, questo perché non avrebbe alcun senso investire un capitale di 10.000 euro, se i costi di gestione sono superiori al guadagno.
Inoltre, quando ci si affida ad un consulente finanziario è importante sceglierne uno indipendente, cioè che non sia legato a premi di performance, perché in tal caso sarà invogliato a consigliare investimenti che siano remunerativi per se stesso e non per l’investitore, cioè voi. Per questo motivo è necessario che il consulente sia indipendente e che sia anche in grado di accedere a numerose informazioni per potervi consigliare al meglio.

Come investire 10.000 euro nel mondo reale

Se l’idea di bloccare i vostri risparmi nel mondo dei capitali non vi entusiasma, un’ottima soluzione, per evitare che subiscano in maniera passiva l’inflazione, è quella di avviare un business. Ma cosa si può fare con un capitale di 10.000 euro? A differenza di quello che potreste credere, 10.000 euro sono una somma sufficiente ad avviare un attività di franchising. Sono davvero numerosi i brand famosi e affermati che offrono l’opportunità di avviare un’attività commerciale partendo da una cifra del genere, come: negozi di abbigliamento, agenzie immobiliari, di viaggio, di assicurazioni o di matrimoni, brand alimentari o bevande, negozi di alimenti o articoli per animali, distributori automatici, negozi di articoli per anziani o bambini e molto altro ancora.
Un’altra ottima idea, che si sta diffondendo sempre più negli ultimi anni, è quella di investire i propri risparmi nelle start up e nelle PMI innovative. Grazie all’intermediazione di Equity Crowfunding, piattaforma regolata dalla Consob, è possibile finanziare attività economiche emergenti acquistando delle quote. Le quote da investire sono davvero minime (anche 100 euro) e i dividendi vengono ripartiti alla fine dell’anno. Vale la pena informarsi e decidere se può essere una soluzione adatta alla tue esigenze.

Investire nel mercato immobiliare, si può?

Anche se ti sembrerà strano ma una somma come quella di cui ci stiamo occupando (10.000 euro) non è poi cos’ bassa per decidere di investire nel mercato immobiliare.
Negli ultimi anni è diventata popolare una piattaforma chiamata Housers, grazie alla quale con cifre davvero piccole (si parla di minimo 50 euro) è possibile investire in appartamenti senza necessariamente doverli acquistare. Di cosa si tratta?

Basta iscriversi al sito per decidere che tipo di investimento si vuole sostenere:
• Risparmio, grazie al quale partecipi ad un investimento per un progetto immobiliare, percependo gli interessi sulla vendita o sull’affitto dello stabile;
• Investimento, tramite il quale finanzi una costruzione o la ristrutturazione di un edificio, partecipando alla divisione degli utili derivanti dalla vendita;
• Tasso fisso, con il quale puoi sostenere le società che effettuano costruzioni immobiliari, percependo un interesse fisso stabilito in anticipo e che non dipende dalla vendita o dall’affitto della costruzione.

Insomma, se prima di leggere questo testo pensavi che per entrare nel mondo degli investimenti finanziari fosse necessario avere ingenti somme di denaro, probabilmente avrai capito che non è così e che informandosi e affidandosi ai professionisti esperti ed indipendenti si può, partendo da cifre irrisorie, ricavare un piccolo guadagno.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *