Come investire 100.000 euro: consigli e suggerimenti per investire centomila euro

Se hai a disposizione una cifra che si aggira sui 100.000 euro e hai intenzione di investirla: ecco la guida giusta per te.

Intanto complimenti per il capitale accumulato, è davvero notevole. Ma è comprensibile che parlare di investimenti con cifre così importanti non è sempre facile e sopratutto desta molte preoccupazioni. La soluzione migliore, prima di procedere con un investimento di centomila euro, è quella di raccogliere quante più informazioni è possibile per essere sicuri di avere a disposizione tutti gli strumenti per poter prendere una decisione in modo consapevole e sereno.

Investire 100.000 euro in conti deposito o investire nel mercato immobiliare?

Se hai a disposizione 100.000 euro e hai intenzione di destinarli ad un conto deposito, ti informiamo che gli interessi che maturano per queste forme di investimento sono davvero bassi.

I conti deposito sono un ottima soluzione per chi vuole conservare una somma di denaro senza correre alcun rischio e, allo stesso tempo, senza subire l’inflazione. La sicurezza di questo tipo di investimenti è data dal fatto che, per legge, è prevista una tutela per depositi fino a 100.000 euro (esiste, infatti, il Fondo Tutela Depositi), tuttavia per ottenere dei rendimenti è necessario tenere bloccato il capitale per periodi piuttosto lunghi.

Un conto deposito che offre interessi più alti, rispetto alla media, è il Santander che su vincoli di 36 mesi offre interessi del 1,20%. In pratica, dopo tre anni avrai guadagnato 1332 euro tenendo il tuo capitale di 100.000 euro al sicuro.

A partire dal 2014 il mercato immobiliare ha subito un’inflessione che ha portato gli immobili ad essere caratterizzati da costi piuttosto bassi. In questo periodo, rappresenta un ottimo affare l’acquisto di un immobile a scopo d’investimento. Con un capitale di 100.000 è possibile acquistare un appartamento, infatti ne esistono numerosi, costruiti negli anni ’60 o ’70, che hanno un valore di mercato anche inferiore alla suddetta cifra.

Acquistare un immobile per poi metterlo in affitto e ricavarne una rendita rappresenta, senza dubbio, un ottimo metodo per non veder svalutare il proprio capitale e allo stesso tempo avere un rendiconto mensile.

Se l’idea di acquistare una casa non ti convince, ma vuoi comunque investire nel mercato immobiliare allora ti consigliamo la piattaforma Housers. Questo sistema offre la possibilità di investire i proprio risparmi nel mercato immobiliare senza dover necessariamente acquistare. Ma in che modo ciò è possibile? Con Housers puoi acquistare titoli di appartamenti o di edifici in qualsiasi città d’Italia o d’Europa a cifre decisamente basse (minimo 50 euro), con la possibilità di controllarli e di rivenderli in qualsiasi momento, senza mai spostarti da casa tua.
La piattaforma Housers prevede tre tipologie diverse di investimento:
• investimento di risparmio, con il quale puoi prestare dei soldi per sostenere un progetto immobiliare, ottenendo una percentuale sugli affitti o sulla vendita;
• investimento vero e proprio, con il quale partecipi in modo attivo alla ristrutturazione di immobili da rivendere;
• investimento a tasso fisso, con il quale la società di sviluppo immobiliare si impegna a corrisponderti degli interessi, in base alla complessità dell’operazione alla quale hai aderito con i tuoi risparmi.

Ti può interessare anche:  Libor: il tasso di riferimento dei mercati finanziari

Investendo i tuoi risparmi in Housers avrai numerosi vantaggi come: l’assenza di burocrazia, tipica di molte forme di investimento; la possibilità di partire con piccole cifre, come 50 euro;
non prevede il pagamento di commissioni e consente di diversificare l’investimento partecipando a più progetti nello stesso momento.

Investire 100.000 euro in obbligazioni o azioni

Se invece ti piacerebbe investire tutto o parte del tuo capitale di 100.000 euro in obbligazioni, è giusto che tu sappia con esattezza di cosa si tratta.
I Titoli di Stato rappresentano, in questo periodo storico, un pessimo investimento a causa dei rendimenti bassi e in alcuni paesi l’andamento è addirittura negativo.

Tuttavia, se sei intenzionato ad investire in Titoli di Stato oppure obbligazioni dovrai tenere in considerazione tre elementi fondamentali:
• il rating dell’emittente, che consiste in un riassunto delle condizioni attuali dell’emittente del titolo;
• l’interesse, che deve sempre essere proporzionato alla sicurezza del titolo;
• presenza di cedole, che rilasciano gli interessi a scadenza periodica.

Se l’idea di investire i tuoi 100.000 euro in obbligazioni non ti ha convinto, una valida alternativa è rappresentata dalle azioni, grazie alle quali è possibile diversificare gli investimenti e trarne buoni profitti.

Non tutte le azioni sono uguali perciò è importante, quando si sceglie quella sulla quale investire, avere tutte le informazioni necessarie e quindi sapere cosa sono:
• le azioni di comprato, che sono le azioni di una categoria di società che operano nello stesso mercato e quindi godono degli stessi trend;
• la stabilità aziendale;
• i dividendi.

Il mercato azionario può regalare grandi soddisfazioni agli investitori, ma se non si hanno le conoscenze e le competenze necessarie ad affrontarlo, può rivelarsi un vero incubo. Per questo motivo è opportuno affidasi a consulenti indipendenti (che non lavorano per le banche) e che abbiano la possibilità di accedere a numerose informazioni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *