Reddito di Cittadinanza: Come fare richiesta

Il 4 febbraio 2019, il Vicepremier cinquestellato Luigi Di Maio, ha annunciato ufficialmente l’apertura del sito www.redditodicittadinanza2018.it dedicato all’iniziativa governativa approvata nell’ambito della Legge di Bilancio 2019.

L’obiettivo è quello di contrastare la povertà sostenendo le famiglie che versano in condizioni economiche più gravi, che non percepiscono alcun reddito o ne hanno uno basso che non riesce a garantire una vita dignitosa.
Questi nuclei familiari potranno richiedere il Reddito di Cittadinanza e arrivare a percepire fino a 1638€ a coppia, erogati tramite una card emessa da poste italiane.

Il sussidio del Reddito di Cittadinanza

Questo sussidio potrà essere utilizzato per acquistare beni e servizi di prima necessità, pagare mutui, ottenere agevolazioni sull’erogazione di energia elettrica e gas, infine prelevare fino a 100 euro al giorno.
L’intero importo dovrà essere utilizzato nel corso del mese, alla scadenza dei 30 giorni il denaro non fruito verrà decurtato dalla mensilità successiva. Inoltre le istituzioni preposte avranno il compito di offrire periodicamente delle posizioni lavorative al richiedente al fine di reinserirlo nel mondo del lavoro; queste offerte potranno essere rifiutate per un massimo di tre volte, poi il diritto al sussidio decadrà automaticamente.

Come ottenere il Reddito di Cittadinanza

Per ottenere il Reddito di Cittadinanza è necessario avere una serie di requisiti specifici in termini reddito, ISEE, nucleo familiare, possedimenti. La sua durata è di 18 mesi eventualmente rinnovabili.

Dopo aver fatto una panoramica su questo beneficio statale introdotto dalla Legge di Bilancio 2019, cerchiamo ora di capire come richiederlo.

Per tutti coloro che ritengono di avere i requisiti necessari richiesti e si trovano in condizioni economiche difficoltose, dal 6 marzo è possibile inoltrare la domanda per usufruire del Reddito di Cittadinanza. Il sussidio verrà erogato per tutti a partire dal mese di aprile.

Come fare la richiesta? Ci sono tre diverse possibilità per procedere:
1. la prima opzione è inoltrare la domanda online tramite il sito web www.redditodicittadinanza.gov.it accedendo tramite il proprio SPID;
2. la seconda opzione è recarsi presso uno degli uffici postali abilitati al servizio dopo il quinto giorno del mese, quindi sempre a partire dal giorno 6; qui compilare il modello cartaceo predisposto dall’INPS e consegnarlo allo sportello: l’operatore provvederà ad inserire la richiesta sul portale;
3. infine è possibile rivolgersi al CAF (Centro Assistenza Fiscale) e consegnare tutti i documenti necessari alla compilazione della richiesta da parte del consulente.

Per poter procedere con la domanda è necessario essere in possesso della certificazione ISEE 2019 (Indicazione della Situazione Economica Equivalente), da richiedere in tempo presso un CAF compilando il DSU.

Una volta che la domanda sarà stata inoltrata sul portale, tutti i dati e le informazione verranno trasferiti, entro e non oltre 10 giorni lavorativi, all’INPS. Qui verranno controllati, verificati, e nel giro di 5 giorni verrà emessa una risposta.

Ti può interessare anche:  Bollettino 1016: come si compila e cosa riguarda

Come incassare il Reddito di Cittadinanza

Nel caso di esito positivo, il richiedente riceverà le istruzioni per poter ritirare, presso l’ufficio postale, la RdC CARD, una carta di pagamento elettronica su cui verrà erogato il sussidio a partire dal mese successivo.

Per chi decidesse di inoltrare la domanda online sul portale web, come già detto è necessario possedere lo SPID, acronimo di Sistema Pubblico di Identità Digitale.
Si tratta di una chiave di autenticazione, formata da nome utente e password, che permette di accedere ai sevizi digitali offerti dalla pubblica amministrazione.

Lo SPID deve essere richiesto presso uno degli Identity Provider abilitati, registrandosi sulla sua pagina web e inserendo tutte le informazioni richieste.

A questo punto è necessario effettuare il riconoscimento tramite carta d’identità elettronica, CNS, webcam o firma digitale (ciascuna modalità può prevedere un diverso costo).

Per portare avanti la procedura di richiesta dello SPID bisogna essere in possesso di alcuni documenti personali: un documento di identità assolutamente valido, la tessera sanitaria, un numero di telefono cellulare attivo e un indirizzo di posta elettronica.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *