Tasso di Inflazione

Il tasso di inflazioneTasso inflazione

Sapere cos’è il tasso di inflazione è importante per capire perché si verificano certi cambiamenti relativi, ad esempio, ai prezzi dei prodotti. Approfondiamo il tasso di inflazione.

 

 

Definizione

Iniziamo subito specificando come il tasso di inflazione ha la funzione precisa di indicare le variazioni  che i prezzi dei prodotti subiscono nel tempo. L’importanza di tale tasso si lega direttamente al fatto che ogni variazione dei prezzi incide direttamente sulla capacità di acquisto della moneta, e quindi ogni singolo risparmiatore.
Il tasso di inflazione è sempre espresso in punti percentuali.

Il Tasso di inflazione in Italia

In Italia, chi si occupa del calcolo del tasso di inflazione è L’Istat. Infatti, nonostante il nostro Paese sia inserito in un contesto monetario europeo più ampio il tasso può essere calcolato anche solo con riferimento alla nostra regione dal momento che le previsioni possono essere “territorializzate”.

Caratteristiche

Poiché il tasso di inflazione è un indicatore statistico, rileviamo come la sua corrispondenza con la realtà, ossia il tasso pubblicato, coincida con un valore “medio” rispetto a quello subito dai risparmiatori. Ne deriva che ogni singolo individuo subirà gli effetti dell’inflazione, ossia dell’aumento dei costi, sempre in proporzione alle sue capacità di guadagno; quindi generalmente si parla di un tasso di inflazione “medio” rispetto al quale una metà degli individui subirà un tasso di inflazione al di sotto di questo e una metà un tasso di inflazione al di sopra dello stesso.
Il calocolo del tasso d’inflazione avviene sulla base dei cosiddetti panieri di prodotti: si tratta dei prodotti maggiormente acquistati e di uso più comune. Il riferimento ad essi è importante per adeguare perfettamente il tasso di inflazione al “comportamento economico” dei consumatori.

La Banca Centrale

La Banca d’Italia, che è la nostra Banca Centrale, ha il compito di regolare il tasso di inflazione applicando la cosiddetta “leva monetaria”:  viene previsto un tasso di sconto da cui deriva un aumento  dell’interesse con cui  la banca centrale presta denaro agli istituti di credito. Di conseguenza  aumentano anche i tassi dei prestiti a Stato, imprese e cittadini, in modo da abbassare la base monetaria (ossia banconote e monete in circolazione).

Istat

Un aiuto importante per capire e approfondire il tasso di inflazione e tutti gli argomenti ad esso correlati può esserci offerto senza dubbio dal sito ufficiale dell’Istat .
Dalle sue pagine si possono conoscere gli andamenti dei prezzi al consumo  con tutte le loro variazioni da regione e regione,e da provincia a provincia.


Leave a Reply