guida assicurazione auto

Rischio Assicurativo: se cambia, muta il premio da pagare

In relazione all’RC auto o anche ad una qualsiasi polizza Vita, è utile analizzare il rischio assicurativo e le ragioni che possono incidere su un suo aggravamento o su una sua riduzione. Vediamo insieme tutte le valutazioni che è fondamentale eseguire per essere informati e affrontare le diverse situazioni.

Prima di iniziare ricordiamo come con “rischio assicurativo ” si intende sostanzialmente ciò che la polizza va a coprire con la propria copertura economica: in caso di veicoli a motore si fa riferimento ai danni che la propria auto o il proprio scooter possono provocare verso cose materiali o altre persone.

Il Rischio che si aggrava o che diminuisce

Quella della variazione del rischio assicurativo è classica per quanto riguarda anche le polizze RC Auto ed è importante da tenere in considerazione del momento che influisce direttamente sul premio finale da pagare. Ad esempio, per chi ha una polizza con la clausola della “guida esclusiva”, può generarsi un aggravamento del rischio quando il veicolo assicurato inizia ad essere guidato anche da un coniuge o da un figlio. Al contrario, la modifica può anche essere in senso opposto. Il rischio diminuirebbe, ad esempio, se un veicolo inizialmente adibito al trasporto di esplosivi muta il suo impiego verso il trasporto semplice di merci più abituali. Il rischio si riduce e questo influisce sul premio che avrà un netto sconto.

Il Rischio Assicurativo nel Codice Civile

Vi sono diversi articoli del Cod. Civile in cui è precisamente affrontato il Rischio Assicurativo nelle situazioni in cui esso cessa di sussistere oppure viene a modificarsi.

Gli articoli 1897 e 1898 riguardano proprio i casi di aggravamento e riduzione del rischio: il testo specifica che nel caso in cui si ha un cambiamento rispetto alle condizioni descritte nel contratto Assicurativo, bisogna comunicare la variazione alla Compagnia. L’assicurato, quindi, ha il dovere di far presente il mutamento rispetto alla stipula del contratto, ma anche il diritto di ottenere una rivalutazione del premio con eventuale seguente rimborso.

Ti può interessare anche:  Le Coperture Assicurative

L‘articolo 1896, invece, menziona e tratta la cessazione del rischio assicurativo. Se il veicolo è andato distrutto in un incidente oppure è stato venduto, l’assicurato comunica il cessato rischio per ottenere lo scioglimento del contratto in essere.

Cosa quantifica il Rischio

Nella determinazione di una polizza assicurativa per un veicolo a motore il rischio, sempre definito e specificato nel contratto, è calcolato in base a diversi fattori che sono:

  • numero dei conducenti
  • età dei conducenti
  • luogo di residenza
  • utilizzo del mezzo (se per lavoro, che tipo di attività)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *