incidenter assicurazione

Sinistro Estero: come fare denuncia

Sinistro EsteroGli incidenti stradali si propongono con statistiche molto più elevate rispetto a mezzi di trasporto diversi dall’auto quali aerei, treni e navi. Per questa ragione è bene sapere come comportarsi in caso di sinistro all’estero se veniamo coinvolti con un camper un’auto o una moto con veicoli appunto, esteri.

In Europa vige una Procedura Standard

E’ scuramente una buona notizia sapere che in caso di sinistri verificatisi all’estero e in cui siamo rimasti coinvolti si possa far riferimento ad un’unica procedura. Questo, indipendentemente dal Paese in cui ci troviamo. Il cosiddetto Spazio Economico Europeo, infatti, ha permesso un’unificazione della procedura che permette a qualsiasi automobilista di entrare in contatto, sempre, con un referente della propria Compagnia Assicurativa e della seconda Compagnia.

La Procedura da Seguire

Se veniamo coinvolti in un sinistro all’Estero, quindi, dobbiamo solo ricordarci cosa fare e come comportarci.

Innanzitutto possiamo iniziare replicando le medesime azioni che compieremmo anche in Italia:

  1. Registrazione dei dati del veicolo e del conducente coinvolto insieme a noi.

  2. Compilazione del Modulo Blu (constatazione amichevole). E’ consigliabile verificare con attenzione se il nostro modulo sia identico a quello in possesso dal secondo automobilista per evitare incongruenze.

  3. Può sempre essere utile scattare subito qualche fotografia dei danni.

A questo punto tutto quanto deve avvenire per avviare la denuncia e l’eventuale rimborso sul sinistro estero può essere anche gestito da casa. Infatti, bisogna:

  1. Denunciare il sinistro all’Isvap tramite mail o fax. Sarà utile indicare luogo e data dell’incidente insieme ai dati sul veicolo e il conducente coinvolti. In questo modo l’Isvap entrerà in contatto con la Compagnia dell’automobilista straniero individuando un referente in Italia.

  2. L’Isvap ci comunicherà il contatto Italiano della Compagnia dell’automobilista con cui abbiamo avuto il sinistro: con lui potremo avviare la procedura di rimborso. Il referente in Italia ha 3 mesi di tempo per gestire la pratica e fornirci una risposta.

In caso di Problemi

Nella pagina specifica, poi, L’Isvap specifica che se dovessero presentarsi problemi di gestione del sinistro estero con il referente della Compagnia in Italia allora non resta che rivolgerci alla Consap. Consigliandovi di visitare il sito della Consap per conoscerne l’indirizzo, specifichiamo che è necessario redigere ed inviare una raccomandata AR per chiarire il nostro problema e i dati della Compagnia e dell’incidente.


Ti può interessare anche:  Assicurazioni Private

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *