mutuo con tetto

Cosa Succede a non Pagare il Mutuo

non Pagare il MutuoAnalizziamo una situazione che, sebbene spaventi tutti i titolari di un mutuo immobiliare, è più diffusa di quanto si pensi: non pagare la rata del mutuo. È importante sapere cosa succede a non pagare il mutuo, quali conseguenze interessano il cliente della Banca.

Non pagare la rata del mutuo: conseguenze

Quando si ha un impegno importante con un Banca quale è un mutuo, forse la maggior preoccupazione che un cliente possa avere è quella di avere, un giorno, la difficoltà a pagare le rate mensili.

Oggi la crisi ha sicuramente acquisto la problematiche e il mancato rimborso delle rate sta divenendo una situazione sempre più diffusa. Andiamo, quindi, a fare il punto sulle conseguenze che possono intercorrere se ci si trova davvero nella condizione di non pagare il mutuo. Ecco cosa succede.

Difficoltà, ritardi, “incapacità economica”: la rata salta!

Le ragioni per cui possiamo giungere ad avere difficoltà a pagare la rata del mutuo sono disparate: problemi con il lavoro possono portarci ad avere minor disponibilità economica, oppure a non averla affatto. Tutto si tramuta nell’impossibilità di far fronte alle rate, soprattutto se non disponiamo di risparmi sul conto corrente.

Non pagare il Mutuo: cosa succede

Ma analizziamo le conseguenze.
Se abbiamo difficoltà a pagare una rata, sappiamo quindi trattarsi di un problema davvero momentaneo, possiamo comunicare la problematica alla propria filiale parlandone con il Direttore. Naturalmente questo caso non è indolore dal momento che basta anche solo una rata saltata, a volte, per essere segnalati alla centrale dei Rischi e per vedersi applicati dalla Banca interessi di mora.

Se, invece, ci trovassimo davanti al problema di non poter più sostenere il peso della rata variabile cresciuta troppo è evidente che potremmo trovarci con un problema reale di non poter pagare il mutuo in forma continuativa. Accade che si avrebbe bisogno di rinegoziare il mutuo per cercare di abbassare l’entità della rata mensile.

Ti può interessare anche:  Trasferimento Ipoteca: si può fare, procedura ed informazioni

Se non si riesce ad ottenere una ridefinizione delle condizioni, neanche tentando una surrogazione con l’aiuto di una nuova banca, non pagare più il mutuo comporta un’attivazione di conseguenze che possono coinvolgere l’eventuale garante. Ci riferiamo al familiare, amico o datore di lavoro che avendo apposto la propria garanzia a nostro favore può essere oggetto di una rivalsa da pate dell’Istituto di credito. Il Garante potrebbe essere obbligato a far fronte alle nostre rate mensili mentre noi saremmo sempre iscritti nel database della centrale dei Rischi.

Infine, non dimentichiamoci che a non pagare il mutuo succede anche una rivalsa a danno dell’abitazione acquistata per mezzo dell’ipoteca. I mutui, attualmente, richiedono quasi sempre l’applicazione di un’ipoteca sull’immobile acquistato: sostanzialmente la Banca può appropriarsi della casa per venderla e coprire, con il ricavato, quella di porzione di credito non più restituita dfal cliente.

Soluzioni

Evitare di trovarsi in situazioni gravi come quelle descritte, anche se con difficoltà, è possibile. Una soluzione potrebbe essere quella di mettere in vendita l’immobile per cercare di far fronte all’improvviso problema di non poter pagare il mutuo. Una vendita potrebbe permetterci di recuperare il denaro con cui saldare la parte restante del credito da restituire alla Banca.
Consigliamo di leggere l’articolo in cui abbiamo descritto il problema di dover vendere una casa che ha ancora un mutuo pendente.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *