tasso interesse

Interessi al limite dell’Usura

Interessi al limite dell'UsuraChe si stia valutando per un finanziamento, un prestito personale o un mutuo i tassi di interesse che la Banche e le finanziarie praticano devono sempre essere valutati con attenzione: soprattutto perché bisogna evitare i tassi usura. Ecco come si calcolano gli interessi usurai.

La Banca d’Italia
Parlando di tassi d’interesse e di limite d’usura è utile sapere che un ruolo importante è ricoperto dalla Banca d’Italia. L’Istituto agisce registrando i tassi praticati da banche i finanziarie per tirare la media: si tratta di una percentuale che viene assunta a riferimento per andare alla ricerca dei tassi usurai (che oltrepassano tale media).

Quando scatta il “reato di usura”
La Banca d’Italia, quindi, ci spiega quando una proposta di finanziamento è vicina a praticare uno degli interessi usurai: bisogna partire dai tassi medi e aumentarli di un quarto; quindi bisogna aggiungere altri 4 punti percentuale per sapere a quanto ammontano quegli interessi considerabili come usura. I Tassi di interessi, per combattere l’usura, sono pubblicati ogni tre mesi. Quindi prestiamo attenzione per difenderci da situazioni poco chiare.

Il limite più recente
Tanto per essere informati e capire di cosa parliamo, gli ultimi tassi di interesse usurai segnalati nell’estate del 2012 per prestiti personali ammontavano al 18,25%.

Conseguenze per offerte oltre il limite
Naturalmente, quando si procede alla scelta di un prestito o di un finanziamento bisogna prestare attenzione. Questo perché un prodotto finanziario i cui interessi sono considerabili come usura perché superano la soglia stabilita dalla Banca d’Italia non è vendibile. I tassi d’interessi sono considerati nulli: il Taeg, quindi, sarà “pari al tasso nominale minimo dei BOT annuali emessi nei dodici mesi precedenti la conclusione del contratto”.

Ti può interessare anche:  Calcolo rata prestito: come si esegue il calcolo della rata prestito e simulazione finanziamento

Attenzione al Taeg
Il Taeg è il Tasso annuo economico globale e sintetizza il costo che un finanziamento o un prestito ha in termini di interessi. Bisogna, quindi, ricercarlo e valutarlo bene, confrontandolo con i tassi pubblicati dalla Banca d’Italia, per evitare di incappare in tassi da usura.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *