prestito vitalizio ipotecario

Prestito Vitalizio Ipotecario: per gli Anziani

Prestito Vitalizio IpotecarioUna soluzione meno conosciuta, con caratteristiche d’esecuzione particolari. Trattiamo il prestito vitalizio per aiutare a capire come impiegarlo e a che scopo.

Impariamo a conoscere il Prestito Vitalizio

Indicato per i più anziani

Il prestito vitalizio è espressamente dedicato alla categoria dei cittadini più anziani. Infatti, la stessa Legge che ne ha previsto l’utilizzo anche in Italia ( n 248/2005) ha previsto il suo riconoscimento a soggetti con un’età uguale o superiore ai 65 anni.

 

In cosa Consiste
Il suo nome, prestito “ipotecario” vitalizio, non a caso indica che l’erogazione del finanziamento avviene sono dietro applicazione di un’ipoteca nei confronti dell’immobile di cui il soggetto e proprietario. Si tratta di una garanzia a fronte dell’erogazione di denaro che, proprio per le particolari caratteristiche del prodotto, sarà maggiore quanto più alta è l’età del richiedente.
La regola che sottostà al prestito vitalizio, inoltre, prevede che al momento della successione dello stesso immobile a favore degli eredi si determina anche la procedura di rimborso, a spese degli stessi, del denaro prestato.
Diverse Possibilità
Il prestito vitalizio, com’è facile intuire, pone i legittimi eredi dell’immobile ipotecato di fronte ad un bivio: riscattare la casa rimborsando la banca o l’ente finanziario, oppure lasciare che la stessa passi definitivamente nelle mani di questo. M, tornare in possesso dell’immobile è possibile solo attraverso la cancellazione dell’ipoteca, ossia il rimborso del prestito precedente.
.
Per risolvere il problema gli eredi possono valutare anche se accendere un mutuo per onorare il prestito contratto dall’anziano debitore: questo caso prevede anche l’immediata decadenza dello stesso prestito vitalizio e dell’ipoteca.

.
Altra alternativa è quella di valutare se, dal momento dell’accensione del prestito vitalizio l’immobile non abbia acquisito maggior valore di mercato. Questo perché, se cosi fosse, gli eredi potrebbero rimborsare la banca con il ricavato pur mantenendo per se l’eccedenza derivante da un apprezzamento della casa.

Ti può interessare anche:  Tassi Usurai: attenzione ai Prestiti e Mutui!

 

Quanto è possibile Richiedere
Sebbene il prestito offerto dalle banche, come già specificato, cresca proporzionalmente con l’età del richiedente, l’ammontare non eccede quasi mai il 30-50% del valore dell’immobile. Inoltre, se il richiedente p coniugato, sarà obbligato a chiedere un prestito vitalizio cointestato che prolungherà il periodo di godimento del credito fino al decesso del più longevo dei due.
.

Consigliamo di valutare meglio anche i prestiti a pensionati, chi può ottenerli e come.
Per i pensionati con un Conto alle Poste, è possibile valutare il Mutuo Banco Posta
Il nostro decalogo sui Fondi Pensione


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *