riba bancaria

Riba Bancaria: che cos’è e come si utilizza – La guida

Capiamo cos’è la Riba Bancaria e il suo ruolo nei rapporti commerciali. Le varianti presenti e il ruolo delle Banche tra le relazioni di dare e avere tra debitori e creditori.

Riba Bancaria: come si utilizza

La Riba Bancaria è la cosiddetta ricevuta con cui un creditore libera il debitore riconoscendogli l’avvenuto saldo della somma che doveva ottenere. Naturalmente, si tratta di una descrizione semplificata, poiché la Riba è, in effetti, uno strumento che ha assunto una certa importanza soprattutto nelle transazioni commerciali. Soprattutto negli scambi tra imprese, aziende e società, dove le Banche giocano un ruolo di regolazione dei flussi contabili, questa è sempre presente. La Riba Bancaria, pertanto, non è una classica ricevuta: vediamo perché.

La Banca, il creditore, il debitore: il funzionamento della RiBa

Una ricevuta presuppone un rapporto di dare avere tra un creditore e un debitore. La particolarità della Riba Bancaria, però, è che in tale rapporto si frappone anche l’Istituto Bancario che permette tipologie di pagamento del debito differenti e assicura delle garanzie per il creditore.  Inoltre, soprattutto nei rapporti commerciali tra parti, il ruolo della Banca è anche quello di regolare i pagamenti ed emettere le Riba affinché sia tutto certificato e correttamente corrisposto.

La Riba: a cosa serve

Una Riba Bancaria funge da prova dell’avvenuto pagamento entrando nei meccanismi del funzionamento di ogni Istituto: i pagamenti effettuati da debitori sono contabilizzati e impiegano alcuni giorni prima che siano effettivamente nelle casse del creditore. In questo frattempo, però, la ricevuta è stata già emessa a favore dello stesso debitore per provare il suo corretto pagamento.
Esiste, però, la variante denominata “al dopo incasso” che prevede la consegna della Riba bancaria solo dopo la fine di ogni processo contabile.
Inoltre, la variante del “salvo buon fine” prevede che la Banca accrediti subito la somma sul conto del creditore attendendo a proprio rischio che il debitore saldi il dovuto: solo in quel caso emetterà la ricevuta. Questo caso rappresenta un finanziamento a favore del creditore che, però, deve essere remunerato con una commissione e interessi.

Ti può interessare anche:  Furto Bancomat: Conseguenze e Soluzioni

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *