validit assegno

Validità Assegno: se non c’è il beneficiario

Importanti novità riguardano la validità dell’assegno in casi in cui, per errori di compilazione ad esempio, non è indicato il beneficiario. Vediamo cosa accade in casi simili se la validità dell’assegno è compromessa.


Validità Assegno: sentenza recente

cosa accade alla validità assegno se durante la compilazione dovessimo dimenticarci di indicare il beneficiario? La risposta scontata è che l’assegno non è valido e non può essere cambiato presso la nostra banca. Ma a smentire tutte le nostre precedenti convinzioni  c’è una nuova sentenza della Cassazione, e precisamente la n° 16556 del 2010 secondo cui anche per un assegno bancario in cui non è stato correttamente indicato il nome del beneficiario non si verifica un’ipotesi di invalidità del titolo.

Diritti riconosciuti

Il contenuto della sentenza circa la validità di un assegno sprovvisto del nome del beneficiario si basa sul concetto che chi riceve il titolo mantiene tutti i diritti a ricevere la somma di denaro poiché non  ha colpe se chi lo ha emesso ha dimenticato di specificarne il nome. La motivazione della sentenza specifica che il detentore dell’assegno trasferibile per girata è effettivamente considerato il portatore legittimo se vi sono delle “girate” a giustificarne il suo diritto a possederlo.


Origine della sentenza

Il caso che ha dato origine a questa sentenza divenuta così importante per la validità assegno c’è il caso di un”beneficiario” cui l’emittente di una serie di assegni contestava il fatto di averli incassati illegittimamente. L’accusa, quindi, non riteneva questa persona il legittimo beneficiario dei titoli. La Corte di Cassazione ha, in ultima istanza, stabilito che in caso di mancanza del nome del beneficiario la validità dell’assegno  è attestata in base art 5 dell’R.D. 1736 del 1933 sull’assegno bancario al portatore. Ne deriva che la “girata al portatore” legittima costui davanti alla legge e le girate effettuate a suo favore gli permettono comunque di recarsi in banca per il cambio o il deposito del titolo.

Ti può interessare anche:  Come fare un bonifico online

Per non sbagliare, leggi la nostra guida su compilare l’assegno correttamente.


1 commento su “Validità Assegno: se non c’è il beneficiario”

  1. Buongiorno Dottor Giancarlo,
    non ho capito la validità di un assegno che è non trasferibile e intestato a chi lo ha emesso, ossia a me medesimo , ma compilato come non trasferibile col mio nome e cognome dalla banca stessa.
    E se dovesse avere un limite in tal caso di valore ( €10.000, €15.000, ecc.) .
    Pertanto tale assegno ha o non ha scadenza. E se si ha scadenza entro quanto tempo lo potrei depositare in un’altra banca o alla posta ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *