valuta assegni

Valuta Assegni: che cos’è, come funziona e come calcolarla

La valuta non è una meccanica di funzionamento esclusiva del bonifico bancario. Infatti, interessa anche l’assegno bancario con tempi di attesa per l’accredito effettivo della somma sul conto corrente. Vi aiutiamo quindi a capire come viene regolata la Valuta Assegno facendo riferimento anche alle tempistiche applicate da due dei maggiori gruppi Bancari presenti in Italia.

Valuta Assegno: una breve descrizione

Come per la valuta applicata al bonifico, anche la valuta assegno prevede che l’Istituto Bancario faccia circolare la somma di denaro “pagata” tramite assegno tra le dinamiche finanziarie interbancarie. Il denaro viene impiegato per investimenti in un lasso di tempo che ha la durata di 3-4 giorni terminato il quale verrà accreditato sul conto corrente del beneficiario. Il punto, però, è che ogni Istituto applica regole interne circa i tempi di valuta e che questi tempi possono variare a seconda della provenienza dell’assegno.

I giorni di valuta assegno possono essere maggiori o minori a seconda che l’assegno stesso provenga da un conto di stessa Banca, ma filiale diversa, da conto presente su medesima filiale, dalle Poste Italiane, da altra Banca.

Valuta Assegno: esempio di due grandi Banche

Per aiutarvi a farvi un’idea circa i tempi di valuta per gli assegni bancari, siamo andati ad analizzare i documenti di sintesi dei conto correnti di due tra le maggiori Banche operanti in Italia: Banca Intesa e Banca Fineco. Abbiamo, quindi, raccolto una serie di informazioni abbastanza indicative che esprimono i giorni lavorativi di attesa, ossia “l’unità di misura” della valuta.

Ti può interessare anche:  Bancomat Pay: Come Funziona il servizio per Pagare online con lo smartphone - la guida 2019

Stessa Filiale

Il discorso più semplice e diretto interessa un assegno emesso da un soggetto pagante che detiene il conto corrente nella medesima filiale della stessa banca del beneficiario. Sia per Fineco che per Banca Intesa, ad esempio, l’accredito avviene nel medesimo giorno del versamento dell’assegno in filiale.

Stessa Banca

Altra ipotesi, poi, prevede il versamento dell’assegno in filiale diversa ma del medesimo gruppo bancario. Anche in questo caso le due banche prese in esame si comportano allo stesso modo prevedendo una valuta irrisoria e accreditando il denaro il medesimo giorno del versamento dell’assegno.

Banche diverse

Qui il discorso si complica. La valuta assegno in caso di spostamento di denaro tra banche diverse è la situazione più diffusa e quella su cui le banche applicano un’attesa maggiore. Banca Intesa applica una valuta di 3 giorni lavorativi (attenzione a non farci capitare anche giorni festivi di mezzo. Vanno sommati) mentre Banca Fineco fa attendere 4 giorni lavorativi.

Assegno Postale

Poiché Poste Italiane sono divenute presenti anche con i loro servizi finanziari e hanno ormai invaso il mercato anche di assegni Postali, abbiamo rilevato anche i giorni di valuta assegno rispetto ad un conto Postale. Banca Intesa fa attendere 3 giorni per l’accredito di un assegno o anche di vaglia postale. Fineco, invece, fa attendere 4 giorni per entrambi i casi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *