assicurare auto

Assicurare un Auto: valutazioni da fare

Assicurare un AutoLa scelta di una determinata compagnia di assicurazione, e di una formula di copertura specifica, dovrebbero essere determinate partendo dall’individuazione delle proprie necessità reali. Un aspetto, questo, che l’avvento delle più economiche polizze online e la conseguente logica del ‘fai da te’, ha fatto passare in secondo piano, ma che dovrebbe in realtà costituire sempre il perno di ogni valutazione.

 

Assicurazioni Economiche: è quello che ci occorre?
La scelta della polizza più economica in senso assoluto potrebbe rappresentare  una pessima scelta dal punto di vista economico, se espone ad esborsi non quantificabili.
Infatti, ad esempio, la maggior parte delle compagnie di assicurazione propone diverse formule, legate alla guida esclusiva, che garantisce il maggior risparmio con l’indicazione degli estremi dell’unico assicurato per il quale opera la copertura assicurativa, ma in caso di sinistro, con alla guida un altro conducente, la compagnia risarcirà il terzo danneggiato, per poi esercitare il diritto di rivalsa sull’assicurato stesso.

Quindi in caso di più di un conducente, scartata l’opzione della ‘guida esclusiva’, se non si vuole rinunciare comunque a un po di risparmio bisogna orientarsi alle opzioni con la guida limitata ai soli conducenti menzionati in polizza (fino ad un massimo di quattro e per ogni nominativo aggiunto si paga un sovrapprezzo), oppure la più dispendiosa ‘guida libera’.
Sono proprio i casi in cui viene applicato il diritto di rivalsa che vanno presi in esame con la massima attenzione, così come le cause di esclusione e le eventuali percentuali di franchigia applicate.

 

Online o Tradizionale?
L’orientamento invece tra polizza online o di tipo tradizionale, dipende esclusivamente dalla propria propensione e dall’approccio che si ha con i mezzi multimediali, e la necessità di avere un consulente fisso a cui riferirsi (alcune compagnie online hanno colmato tuttavia questa lacuna nominando degli appositi incaricati).

 

Classi di merito e Costi della Polizza: i preventivi
Tutte le compagnie di assicurazione definiscono il premio sulla base di specifiche tabelle di rischio, ma attribuiscono a ciascun fattore (sesso, età, valore del veicolo, Provincia di immatricolazione, classe di provenienza, presenza di sinistri con colpa negli ultimi 2 anni), un valore diverso, per questa ragione non bisognerebbe mai fermarsi ad un solo preventivo, anche se sembra molto vantaggioso.
Inoltre, prima di impegnarsi nella ricerca sul mercato, si dovrebbero effettuare i vari preventivi proprio con le compagnie di assicurazione dei propri familiari, perché alcune assicurazioni applicano extra sconti dedicati ai membri dello stesso nucleo familiare ( e nel calcolo delle ‘assicurazioni familiari’ vengono considerate anche le polizze sulla casa), oltre che i vantaggi derivanti dall’acquisizione della classe di merito più bassa sfruttando la Legge Bersani.

Ti può interessare anche:  Scelta Assicurazione Auto: cosa Valutare - 2014

Questo punto va tuttavia attentamente valutato, perché usufruendo di tale agevolazione, si acquista una classe di merito più bassa, ma viene azzerata completamente la storia pregressa che l’assicurato aveva maturato, e non sempre il risparmio compensa questo aspetto, soprattutto per l’introduzione di classi di merito ad hoc ideate per queste persone, e che prevedono premi notevolmente superiori rispetto a quelli praticati normalmente per la stesse classi.

 

Valutiamo le Compagnie
Un altro aspetto da valutare con molta cura è costituito dalla reputazione che le varie compagnie di assicurazione hanno maturato sotto l’aspetto della puntualità e percentuale di liquidazione dei sinistri.
Si tratta di informazioni che possono essere facilmente reperite online, attraverso i numerosi siti e forum di valutazione.
A questo va aggiunta anche la presenza di ulteriori sconti se, in caso di sinistro, ci si affida solo a officine convenzionate con la compagnia, ma la loro ubicazione va valutata in fase di scelta, soprattutto per chi vive nelle grandi città.
Altre considerazioni da effettuare prima della firma riguardano sulle modalità con cui opera l’assistenza e se è prevista ad esempio l’auto sostitutiva e le eventuali limitazioni.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *