polizzaindex

Polizze Index: rischi e tutele

Polizze IndexSono polizze assicurative particolari che hanno un andamento non predefinito da contratto e che possono riservare all’assicurato anche spiacevoli sorprese. Per questa ragione è fondamentale sapere quali caratteristiche hanno le polizze index prima di sottoscriverne una.

Fai una scelta Consapevole

A volte ritrovarsi nei guai è la conseguenza di poca attenzione e della non conoscenza del prodotto che si acquista. Può capitare per qualsiasi tipologia di prodotti, assicurazioni comprese, di cui non si conoscono implicazioni e caratteristiche. Le Polizze Index sono una categoria particolare di polizze che hanno un andamento collegato a quello di un titolo: se il titolo va male in Borsa, a rischiare sono proprio i soldi versati dall’assicurato. Non lo sapevi? Vediamo meglio cosa vuol dire questo.

Polizze Index Linked

Questo è il nome completo delle polizze index, le classiche polizze che chiunque può sottoscrivere e che, a fronte del pagamento periodico di un premio promettono una rendita calcolata in base aduna determinata aliquota (generalmente specificata da contratto). Una caratteristica tipica di tali polizze è che hanno una durata: dieci, venti, trent’anni al termine dei quali la Compagnia dovrebbe restituire capitale versato con l’aggiunta di una percentuale di guadagno per il cliente.

Perché erano Rischiose

Il cliente che sottoscriveva una polizza Index correva il rischio di perdere i propri soldi perché la Compagnia, avrebbe potuto perdere l’investimento che effettuava per confermare la percentuale di guadagno promessa. Con i soldi del premio del cliente, infatti, la Compagnia acquista obbligazioni: i “zero coupon bond, ad esempio, possono avere la medesima scadenza della polizza sottoscritta e semplificare il recupero del capitale con gli interessi da riconoscere al cliente. Se, però, l’andamento del titolo non fosse stato affatto positivo la perdita che si sarebbe generata si sarebbe riversata sui risparmi dell’assicurato, non sulle finanze della prima.

Ti può interessare anche:  La Polizza per il Capofamiglia

Lo Strano gioco

Sostanzialmente, le polizze linked sono prodotti che possono promettere sia all’assicurato che alla Compagnia dei rendimenti. Il meccanismo che sottosta loro permette alle Assicurazioni di ottenere dei soldi (sottoforma di premio) da investire. Dal profitto ottenuto, poi, le stesse ricavano sia le somme da restituire al cliente (comprese di interessi creditori), sia un guadagno personale.

Quello che non si sa, però, è che spesso i contratti specificano che in casi di perdita negli investimenti il cliente rischia di vedere andare un fumo i propri risparmi senza che le Compagnie siano obbligate a risarcire loro alcunché.

Novità e Tutele

Una nuova normativa, emanata nel 2009, ha comunque introdotto novità importanti dopo la crisi economica del 2008 che ha interessato diverse Banche Americane e che avuto riflessi su diverse Polizze di questo tipo. L’Isvap pubblica i testi con la nuova disciplina in cui si specifica che le Compagnie, ad oggi, sono obbligate a predisporre degli “accantonamenti” finalizzati a garantire il risarcimento ai propri clienti in caso di perdita negli investimenti sottostanti. Consigliamo di visitare la sezione normative del sito ufficiale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *