Il Rid Bancario

Scritto da Paolo Tritapepe.

b_200_200_16777215_00_images_stories_rid-bancario.jpgRid Bancario

Tra gli strumenti più utilizzati dagli utenti delle banche, spesso non si conoscono tutti gli aspetti del Rid Bancario. Ecco una semplice descrizione del funzionamento del Rapporto Interbancario Diretto.


Cos’è
Con Rid Bancario si intende il”rapporto interbancario diretto”, ossia quella modalità di pagamento conosciuta e utilizzata da molti utenti di banca. La particolarità di questa forma di pagamento è l’addebito automatico sul conto corrente del cliente da cui ad esempio, la banca preleva automaticamente la somma di denaro per il pagamento mensile della rata del mutuo nel piano di ammortamento.
Naturalmente il rid bancario è molto diffuso soprattutto perché permette il pagamento automatico delle utenze domestiche. Oggi tutte le banche offrono la possibilità di gestire, a favore dei propri clienti, il pagamento delle bollette di acqua, luce, gas, telefono: per farlo chiedono al cliente di attuare, appunto, il rid bancario.


Caratteristiche
Dal punto dei vista economico il rid bancario mette in evidenza una certa convenienza poiché, non prevedendo ricevute e le imposte di bollo, abbatte certamente gli eventuali costi di gestione.
Inoltre offre sicurezza per quanto riguarda l’esito delle operazioni: essendoci una delega del cliente a favore della banca è questa che si accolla la responsabilità di effettuare tempestivamente tutti i pagamenti a carico del proprio utente.

Comodità
L’utilizzo del rid bancario mette in evidenza anche la comodità che ne deriva da chi lo sceglie: essendo la banca a gestire tutti i pagamenti per il cliente, quest’ultimo non ha più il dovere di recarsi materialmente presso l'ufficio postale o presso la banca. Una soluzione idela per effettuare la domiciliazione delle utenze domestiche.

Difetti
Nel momento in cui scegliamo di applicare il rapporto interbancario diretto per gestire il pagamento di un determinato servizio dobbiamo essere consapevoli del fatto che tale pagamento sarà sempre effettuato dalla banca.
Questo è un fattore positivo fino a quando, per svariati motivi (ad esempio, cambio di residenza o di compagnia), non dobbiamo bloccare il pagamento di una determinata utenza.
In tal caso è nostro dovere ricordarci con un certo avviso di avvisare la banca affinché questa garantisca in tempo il blocco dei pagamenti.

La nostra guida alla domiciliazione bancaria
Novità Bonifici: il bonifico SEPA
Ti descriviamo le caratteristiche dei servizi di Banca Online



Più letti

Orari Banche: le aperture, Banca per Banca

Le informazioni relative agli orari di apertura e chiusura degli sportelli della tua Banca. Le informazioni Banca per Banca con i  contatti utili a conoscere gli orari delle Banche.

Apertura e Chi [ ... ]

Tassa Successione conto corrente

In caso di decesso di un familiare, la tassa di successione del conto corrente subentra per eseguire il trasferimento del patrimonio a favore di un figlio o del coniuge. Ma vediamo bene come ciò a [ ... ]

Pignoramento del conto corrente: le conseguenze di...

Aggiornato il 15-03.2014. Tra le molteplici forme di pignoramento previste dal fisco, esiste quella che riguarda direttamente il conto corrente. Prendiamo in esame il pignoramento del conto corrent [ ... ]

Come si Compila un Assegno: la guida

Sapere come compilare l’assegno è fondamentale: basta un dato inserito male o un campo lasciato vuoto per bloccarne la sua riscossione o il cambio in contanti. Per non sbagliare c’è la nostra gu [ ... ]

Qual'è il Numero Carta di Credito? I numeri, a cos...

Aggiornato il 15-03-2014 - Ogni carta di credito riporta, stampati sulla propria superficie, una serie di numeri e codici che bisogna saper distinguere. Vediamo insieme il numero di Carta di Credi [ ... ]